Società trasparente

Menu amministrazione trasparente

Personale

Revisori dei conti

Nell’ambito del precedente  Statuto, della società  (approvato in data  22/02/2010)  il controllo contabile, poteva essere attribuito al Collegio Sindacale,  salva sempre la facoltà di nomina di un revisore contabile.

La società GRAL, ha quindi conferito  in capo al Collegio Sindacale lo svogimento dell’attività di controllo contabile, non provvedevdo alla nomina di un revisore.

Con Verbale di Assemblea dei Soci del 12/6/2014 è stato nominato il seguente Collegio Sindacale:

 

NOMINATIVO

MENBRO COLLEGIO SINDACALE

IN CARICA

INCARICO DATA DI INCARICO DATA DI FINE INCARICO INDENNITA'ANNUA
COMIN MAURO PRESIDENTE 12/06/2014 ALLA DATA DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO ANNO 2016 EURO 5.800,00
PARISOTTO PAMELA SINDACO EFFETTIVO 12/06/2014 ALLA DATA DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO ANNO 2016 EURO 3.850,00
BELLATO LINO SINDACO EFFETTIVO 12/06/2014 ALLA DATA DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO ANNO 2016 EURO 3.356,78

Sindaci Supplenti:

CADEL FABIO

LUCCHETTA MONICA

Lo Statuto  della società GRAL ha costituito oggetto di revisione in data 08 luglio 2015 finalizzata, sostanzialmente, al recepimento delle misure del piano di razionalizzazione delle società partecipate adottato dall'ente controllante. In virtù di tale modifica che ha previsto la riduzione del numero dei sindaci, a partire dal primo rinnovo successivo all’entrata in vigore delle modifiche stautarie, la società sarà controllata da un Sindaco Unico scelto tra i revisori legali dei conti iscritti nell’apposito registro. Si applicano, in quanto compatibili, le norme degli articoli 2397 e seguenti del C.C.

 

ESTRATTO DELLO STATUTO DELLA SOCIETA GRAL SCARL oggetto di revisione in data 08 luglio 2015

ART. 35 – ORGANO DI CONTROLLO E REVISORE LEGALE DEI CONTI

1. L’organo di controllo è obbligatorio.

2. L’Assemblea dei soci nomina l’organo di controllo e ne determina all’atto della nomina, il relativo compenso.

3.  A partire dal primo rinnovo successivo all’entrata in vigore delle modifiche al presente statuto, la società sarà controllata da un Sindaco Unico scelto tra i revisori legali dei conti iscritti nell’apposito registro. Si applicano, in quanto compatibili, le norme degli articoli 2397 e seguenti del C.C.

4. Al Sindaco Unico è affidata anche la revisione legale dei conti.

5.Il Sindaco Unico resta in carica per tre esercizi, con scadenza alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio realtivo al terzo esercizio della carica ed è rieleggibile;

6. Il compenso annuale del Sindaco Unico, comprende anche la sua attività di revisione legale.  Il compenso è determinato dall’Assemblea  all’atto di nomina e rimane invariato per l’intera durata dell’incarico, al fine di garantire i principi di professionalità ed indipendenza dell’oragno di controllo, fatto salvo il suo automatico adeguamento in applicazione di atti normativi successivi alla sua determinazione,

7.Il compenso determinato dall’assemblea ai sensi del precedente comma 5 è omnicomprensivo e sono pertanto esclusi gettoni di presenza e/o rimborso spese, anche di viaggio.

8. Per tutta la durata dell’incarico non deve sussistere alcuna della cause di ineleggibilità e di decadenza di cui all’art. 2399 Codice Civile. La sussistenza di tali cause determina l’immediata decadenza del sindaco uncio e la nomina dle nuovo sindaco da parte dell’Assemblea.

9. L’attività di controllo contabile e di revisione legale è documentata in un apposito libro che, secondo quanto previsto dall’articolo 2478 c.c. è depositato presso la società.

10. Il Sindaco Unico, tra l’altro, vigila sull’osservanza della legge e delle statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in partciolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e  contabile adottato dalla scoietà e sul suo concreto funzionamento.

11. In ogni caso e pertanto anche in presenza dell’Organo di controllo, ciascun socio ha diritto di avere dall’Amministratore Unico notizie dello svolgimento degli affari sociali e consultare i libri sociali e tutti i documenti relativi all’amministrazione, anche tramite professionisti di propria fiducia.

12. La società utilizza altresì strumenti che siano idonei a garantire un costante e approfondito controllo dei fatti gestionali, al fine di avere piena conoscenza del rapporto costi/risultati.

ART. 36 – CONTROLLO CONTABILE

  1. Il Sindaco Unico, nella sua qualità di revisore contabile esercita, oltrec alle attività previste in materia dettate dal codice civile e dal D.lgs 27 gennaio 2010, n. 39, anche le seguenti attività:
  1. verifica nel corso dell’esercizio sociale, con periodicità almeno trimestrale, la regolare tenuta della contabilità sociale e la corretta rilevazione nelle scritture contabili dei fatti di gestione;
  2. verifica se il bilancio d’esercizio e, ove redatto, il bilancio consolidato corrispondono alle risultanze delle scritture contabili e degli accertamenti eseguiti e se sono conformi alle norme che li disciplinano;
  3. esprime con apposita relazione un giudizio sul bialncio di esercizio e sul bilancio consolidato, ove redatto

 

Pagina aggiornata al 10 gennaio 2017